Il candidato

Mi chiamo Luca Brienza e sono un avvocato giuslavorista.

Nella mia professione, mi sono trovato spesso a difendere i diritti dei lavoratori e ho potuto toccarne con mano, in questi ultimi anni, il graduale ma costante declino dovuto a una gestione della materia, da parte dei governi più recenti, nella migliore delle ipotesi poco attenta e nella peggiore intenzionalmente mirata a scardinare prerogative e sicurezze della classe lavoratrice. Per altro verso, tali scellerate politiche, improntate alla contingenza e alla demagogia, non hanno offerto quegli strumenti di cui le aziende avrebbero effettivamente bisogno, per affrontare le sfide della contemporaneità. Credo che sia urgente un’inversione di rotta.

Parallelamente alla mia carriera professionale si è sviluppato il mio curriculum politico, cominciato da molto giovane, nella Sinistra Giovanile prima e nei Democratici di Sinistra poi. Nel Partito Democratico, quando ancora si trattava di un progetto nel quale sentivo di riconoscermi, ho fatto politica sul mio territorio, quello di Roma e del Lazio, e ho ricoperto ruoli anche all’interno del partito nel mio municipio. Con la segreteria di Matteo Renzi e il repentino spostamento dell’asse delle politiche democratiche, ho scelto di intraprendere un progetto nuovo con le ragazze e i ragazzi di Possibile, che negli anni sono diventati non solo compagni di tante battaglie ma anche amici con i quali condividere la visione di un futuro migliore.

Oggi ho quarant’anni e sono il più giovane candidato al Senato della Repubblica per Liberi e Uguali.

Da qui, puoi scaricare il mio curriculm vitae.